La speciale collaborazione di Rolex con il torneo Roland‑Garros vede il Marchio nella duplice veste di Premium Partner e Orologio Ufficiale dell’evento.

Dal 1928 la crème de la crème del tennis si riunisce in questo celebre stadio di Parigi per un torneo del Grand Slam® le cui origini risalgono al 1891. La superficie di terra rossa, lenta, obbliga i giocatori a lunghi e avvincenti scambi e mette a dura prova la loro preparazione fisica e mentale, richiedendo loro grande abilità, pazienza e resistenza.

Björn Borg

Famoso per la sua compostezza, la sua pazienza e l’infallibilità dei suoi colpi di rimbalzo, Björn Borg ha dato il meglio di sé sui campi di terra rossa del Roland‑Garros, dove si è aggiudicato sei titoli di singolare tra il 1974 e il 1981. Con le altre sue cinque vittorie a Wimbledon, tra il 1976 e il 1980, lo svedese ha collezionato un totale di 11 titoli del Grand Slam® e per due anni ha concluso la stagione al primo posto della classifica mondiale. Ma la sua eredità va ben oltre i dati numerici: il suo innovativo stile di gioco dalla linea di fondo, il suo inusuale (per l’epoca) rovescio a due mani e i suoi fortissimi colpi in topspin hanno forgiato il gioco del tennis odierno.

Roland-Garros: Björn Borg

CHRIS EVERT

Al suo ritiro dalle competizioni nel 1989, dopo una gloriosa carriera da professionista durata 17 anni, la statunitense Chris Evert aveva disputato il numero record di 34 finali di singolare nei tornei del Grand Slam®, vincendone 18, tra cui un numero record di 7 al Roland‑Garros. Con il suo stile fluido e la sua fiera determinazione, è diventata l’emblema della grazia sotto pressione. Nel 1995 è entrata nella International Tennis Hall of Fame.

Roland-Garros: Chris Evert

Garbiñe Muguruza

Il Roland‑Garros occupa un posto speciale nel cuore di Garbiñe Muguruza, perché è stato qui che nel 2016 ha vinto il suo primo titolo di singolare in un torneo del Grand Slam®. Il secondo titolo dello stesso tipo è arrivato l’anno seguente, a Wimbledon, quando Muguruza ha raggiunto inoltre il primo posto della classifica mondiale. Questi premi sono stati una degna ricompensa per i genitori della campionessa, che presero la difficile decisione di trasferire la famiglia dal Venezuela alla Spagna per favorire la sua carriera di tennista quando la ragazza aveva soli cinque anni. Consapevole dei sacrifici dei suoi genitori, Garbiñe Muguruza si allenò duramente per renderli orgogliosi, esordendo come professionista nel 2012 e classificandosi tra le 20 migliori giocatrici al mondo appena due anni dopo.

Roland-Garros: Garbiñe Muguruza

Dominic Thiem

Sui campi in terra battuta Dominic Thiem è uno dei più formidabili giocatori al mondo. La pazienza, la precisione e l’infallibilità del giocatore austriaco negli scambi lunghi ed estenuanti lo hanno portato alla finale di singolare maschile del Roland‑Garros nel 2018 e nel 2019. La sua predilezione verso questa superficie si può vedere anche dai suoi trofei: dei suoi 17 titoli di ATP, 10 li ha vinti su terra. Dopo aver raggiunto la finale dell’Australian Open 2020, Thiem è stato inarrestabile allo US Open dello stesso anno, che ha segnato il suo primo trionfo in un torneo del Grand Slam®.

Roland-Garros: Dominic Thiem

GMT-Master II

Progettato per indicare due fusi orari simultaneamente, il GMT‑Master II è un riferimento tra gli orologi per viaggiatori globali, celebre per la sua solidità e versatilità. Le sue performance d’eccezione lo accomunano agli elevati standard richiesti dai campi in terra rossa del Roland‑Garros.

Roland-Garros: GMT-Master II

Condividi questa pagina