Cos’è davvero un capolavoro

Rolex e il cinema

I registi e Rolex hanno lo stesso obiettivo: creare film e segnatempo in grado di attraversare le epoche.

)

Quando Marlon Brando interpretò il colonnello Kurtz in Apocalypse Now, indossava un Rolex. In Il colore dei soldi, Paul Newman ne sfoggiava uno nelle vesti dell’abile giocatore di biliardo Edward Felson, detto Eddy lo svelto. E, in Titanic, Bill Paxton, nel ruolo del cacciatore di tesori Brock Lovett, ne indossava uno mentre si immergeva alla ricerca del leggendario relitto a bordo di un sommergibile.

Per decenni gli orologi Rolex hanno interpretato un ruolo da protagonisti a Hollywood, apparendo in film iconici al polso di celebri attori. Ed è così ancora oggi, nonostante Rolex non sia mai stata coinvolta in operazioni di product placement. Al contrario, gli orologi sono una scelta dei registi, che attraverso il Marchio conferiscono ai loro personaggi un’aura di coraggio, forza e potere, unita a un sofisticato senso dello stile. Anche quando compare in un solo fotogramma, un Rolex lancia un segnale forte.

Nel 2017, Rolex ha avviato una partnership con l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences e, lo stesso anno, è diventata Proud Sponsor of the Oscars®. Le due organizzazioni sono unite da uno stesso senso della tradizione e da una missione condivisa: preservare e rendere omaggio a un lavoro in grado di attraversare le epoche, che si tratti di un film o di un orologio.

Fermare il tempo

Cos’è davvero un capolavoro? Tanto nella regia quanto nell’orologeria, un capolavoro è un’opera in grado di fermare un momento nel tempo, di far scaturire emozioni allo stato puro e di ispirare le persone a vedere il mondo con occhi nuovi. Non è altro che una forza in grado di scatenare il cambiamento, una forza che non diminuisce mai di intensità. Continua a essere significativa e resiste al passare degli anni perché celebra la creatività umana. Ma per riuscire a realizzare un capolavoro di orologeria o un classico del cinema non bastano una semplice visione e un’idea creativa valida. Occorre un team di tecnici, specialisti e artigiani, ciascuno con un compito preciso all’interno di un complesso meccanismo. Nella loro ricerca dell’eccellenza, gli orologiai e i registi si concentrano su dettagli infinitesimali in ogni passaggio del lavoro.

Cambiare la storia

La passione di Rolex per la capacità narrativa dei film deriva dal fatto che il Marchio stesso ha una sua grande storia da raccontare, con oltre un secolo di innovazione. Nel 1926 l’Oyster di Rolex – un capolavoro orologiero, il primo orologio da polso impermeabile al mondo – contribuì a cambiare il corso della storia. Per la prima volta si potevano raggiungere luoghi remoti e impervi, come la cima di una montagna, con un orologio affidabile, preciso e resistente.

Lo straordinario livello di innovazione che Rolex ha raggiunto, con oltre 500 brevetti e una serie di capolavori dell’orologeria come il Submariner, che ha permesso di immergersi a 100 metri di profondità, è stato possibile grazie alla sistematica e costante ricerca dell’eccellenza. È questa la forza che guida il Marchio nella creazione di orologi iconici e nel sostegno dello sport e dell’arte. E questo è anche il motivo per cui Rolex ha avviato una partnership con l’Academy, a cui è accomunata dalla ricerca dell’eccellenza.

Guarda la galleria

  • 1945 – La nascita del Datejust, l’archetipo dell’orologio classico.
  • 1969 – Il Datejust con lente Cyclope, un’innovazione Rolex.
  • 1990 – Il Datejust con vetro in zaffiro praticamente antiscalfitture.

Partner nel riconoscere l’eccellenza

Ogni anno, i migliori attori, registi e tecnici si sottopongono al giudizio dei propri colleghi in occasione degli Oscar®, uno degli eventi più attesi al mondo. Gli Academy Awards® si prefiggono un obiettivo di importanza capitale, il riconoscimento dell’eccellenza.

Rolex è diventata Orologio Esclusivo dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences nel 2017 e sponsor dei Governors Awards, i riconoscimenti annuali dell’Academy che rendono omaggio alla carriera cinematografica, l’anno successivo. Nel 2021, la sede principale della cerimonia degli Oscar® è stata trasferita alla Union Station di Los Angeles, edificio storico e una delle più grandi stazioni ferroviarie degli Stati Uniti.

Greenroom Rolex 2021

Dal 2016 il Marchio progetta e ospita la Greenroom, in cui presentatori e ospiti speciali si riuniscono prima di partecipare alla cerimonia degli Oscar®. Sotto il soffitto a volta di una delle ali della Union Station di Los Angeles, Rolex, che ospita la Greenroom dal 2016, ha creato un ambiente intimo in cui gli ospiti possono rilassarsi nel rispetto del distanziamento fisico. Le pareti sono decorate con tappezzerie che riproducono il motivo della Union Station, con un muro vegetale, interamente composto da foglie, che arricchisce l’ambiente con un tocco naturale. Una selezione di fotografie rende omaggio alla creazione dei grandi capolavori, mostrando orologi iconici e la realizzazione di film indimenticabili.

Founding Supporter dell’Academy Museum of Motion Pictures

Per contribuire a preservare la tradizione cinematografica per le generazioni future, Rolex è Founding Supporter del nuovo Academy Museum of Motion Pictures. Progettato dall’architetto vincitore del Premio Pritzker Renzo Piano, il museo e centro per cinefili avrà una superficie espositiva di circa 4.650 metri quadri (con una sezione dedicata a Rolex e al suo rapporto con il cinema) e un cinema con 1.000 posti a sedere, oltre ad altre strutture. Destinato a diventare il museo più importante al mondo dedicato al grande schermo, aiuterà i visitatori a comprendere l’arte e la scienza che stanno dietro alla magia del cinema.

Oltre a scoprire mostre speciali dedicate al lavoro di registi di spicco, i visitatori potranno ripercorrere la storia del cinema dai film muti fino all’era moderna. Gli appassionati più nostalgici, inoltre, potranno ammirare cimeli dai set dei film più famosi – dalle porte del Café Américain gestito da Rick in Casablanca allo sfondo di Cantando sotto la pioggia –, nonché una galleria dedicata a star dell’epoca d’oro di Hollywood, come Marilyn Monroe.

Condividi questa pagina