Aggiornamento browser richiesto

Benvenuti al sito rolex.com. Per una navigazione ottimale, è necessario aggiornare il browser alla versione più recente.

Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.

OGNI ROLEX HA UNA STORIA DA RACCONTARE

POSTA PER ROLEX

Oltre alle dimostrazioni di fiducia da parte dei suoi Testimonial, nel corso degli anni Rolex ha anche ricevuto messaggi spontanei di sostegno e approvazione da molti clienti, soddisfatti della resistenza e dell’affidabilità dei loro orologi. Tutti evidenziano la qualità e la durata straordinarie degli orologi Rolex in condizioni che spesso si rivelano altrettanto straordinarie. Rolex ha pubblicato numerose testimonianze di questo tipo nel 1957, 1969, 1981 e 1990.

Nella prefazione alla prima raccolta pubblicata, Hans Wilsdorf scrisse:


“Pubblicando queste lettere, mi preme dire che noi di Rolex ne siamo fieri, anche perché spesso lodano i nostri orologi molto più di quanto noi stessi abbiamo mai osato fare.”

La firma del fondatore di Rolex - Hans Wilsdorf

Lettera datata 31 marzo 1982

DALLA CIMA DELL’EVEREST ALL’ARCHEOLOGIA SUBACQUEA

Indosso un Rolex Submariner da ben 17 anni ed è stato al mio polso durante le mie arrampicate in montagna (fra cui il Monte Everest), nonché durante ricerche archeologiche subacquee (fra cui l’immersione all’altitudine più elevata al mondo, a circa 5.800 metri, nel Cile del Nord), traversate del deserto, lanci con il paracadute, esplorazioni nella giungla e numerose ricerche antropologiche. Dubito che molte persone abbiano sottoposto un orologio Rolex a simili torture e per così tanto tempo... Eppure, funziona ancora perfettamente!

Johan Reinhard, Dottore di ricerca, Illinois, Stati Uniti.

Lettera datata 10 maggio 1986

LIBERATO DA UN BLOCCO DI GHIACCIO

Amo sciare e possiedo un Rolex da molti anni. Vorrei raccontarvi brevemente una straordinaria esperienza che ha avuto come protagonista il vostro prodotto!

Nel gennaio del 1985 ho partecipato a un campionato di sci europeo vicino a Salisburgo. Come per ogni competizione, avevo bisogno tanto dei miei sci quanto del mio Rolex. Sfortunatamente, alla fine della gara mi sono accorta di aver perso l’orologio.

Mi sono subito rivolta all’Ufficio Turistico e ho chiesto che mi avvertissero immediatamente qualora avessero ritrovato il mio orologio. Avevo quasi perso le speranze quando, due mesi e mezzo dopo, ho ricevuto una telefonata. Incredibile ma vero: qualcuno aveva trovato il mio orologio nella neve, congelato in un blocco di ghiaccio per oltre due mesi.

La persona che l’ha trovato ha dovuto rompere il ghiaccio con un martello! E la cosa più incredibile è che il Rolex funzionava ancora, con la lancetta dei secondi e la data ancora in movimento. È stata una vera sorpresa scoprire che il vostro orologio è sopravvissuto a una simile avventura!

Christa Kinshofer, Germania.

Lettera datata 8 maggio 1989

UN TESORO SULLA SCOGLIERA

Nel novembre del 1988 il mio orologio Lady-Datejust, che possedevo da 12 anni, è andato perso mentre stavo navigando al largo nel Golfo di Saint Vincent. Pensavo di aver perso il mio adorato orologio per sempre! Mi sono rivolta senza troppe speranze alla filiale australiana di Rolex, sapendo che se qualcuno lo avesse ritrovato per miracolo, avrebbero potuto identificarlo.

A marzo ho ricevuto una telefonata che mi informava che il mio orologio era stato recuperato. L’orologio era finito su una scogliera e ci era rimasto per sette settimane. Era stato ritrovato in condizioni non proprio eccellenti, ma pur sempre funzionante!

È una storia straordinaria, che sarò felice di raccontare ancora a lungo e sono certa che vi farà piacere leggere un’ulteriore testimonianza dell’eccellenza di Rolex.

M. Higgerson, Australia Meridionale.

Lettera datata 22 luglio 1982

ROLEX RESISTE A UN INCIDENTE AL GRAN PREMIO MOTONAUTICO

Al termine della scorsa stagione sono rimasto coinvolto in un terribile incidente in motoscafo mentre partecipavo al Gran Premio Motonautico belga sul fiume Mosa.

Ero in testa, ma a metà gara la mia barca è stata sollevata improvvisamente da una folata di vento, mentre viaggiavo a 200 chilometri orari.

Il risultato? Lo scafo è andato completamente distrutto e io sono arrivato in ospedale con dieci costole rotte e un polmone perforato, anche se poi mi sono completamente rimesso.

Durante l’incidente indossavo il mio Rolex Oyster Perpetual Submariner Date al polso sinistro. Anche se l’orologio ha subito danni superficiali, è rimasto quasi intatto e ha mantenuto inalterata la sua precisione.

Ho sempre ammirato gli orologi Rolex e questa esperienza certamente mi ha dimostrato quanto siano straordinari questi segnatempo!

Allan Nimmo, Stirlingshire, Regno Unito.

Lettera datata 28 novembre 1988

COTTO MA ANCORA FUNZIONANTE!

Anni fa, mentre facevo alcune riparazioni meccaniche al mio fuoristrada, ho colpito per sbaglio il mio GMT-Master (e anche il mio polso) con una chiave inglese che mi era sfuggita. L’orologio ha protetto il polso, a parte un leggero livido, ma il colpo è stato molto forte e il vetro si è incrinato.

La sera stessa ho notato che si era formata una specie di condensa all’interno del vetro incrinato. Ero stato fuori per un po’ e pioveva. Mi è dispiaciuto molto perché non c’è niente di peggio della condensa per un segnatempo raffinato e non potevo aprire la cassa per farla asciugare.

Così mentre cenavo mi è venuta l’idea di sistemare l’orologio in un posto caldo per far asciugare un po’ la condensa. Ho messo l’orologio in una teglia da torta nel forno della nostra cucina, pensando che sarebbe stato riscaldato leggermente dalla fiammella pilota del gas e poi mi sono coricato.

Ma la mattina dopo ho scoperto che il mio orologio era stato letteralmente cotto durante la notte! Mi ero dimenticato di dire a mia moglie dove l’avevo messo prima di andare a letto.

Mia moglie aveva lavorato fino a tardi al computer: durante la sera le era venuta fame, così aveva deciso di preparare qualcosa da mangiare usando la griglia situata sotto il forno, ma non aveva aperto il forno.

Ovviamente il calore (credo fossero circa 260° C) ha asciugato la condensa, ma ha anche fatto esplodere il vetro e la lunetta e ha cotto il quadrante luminoso, che ha assunto una perfetta tonalità di marrone... Ma l’orologio funzionava ancora!

L’orologiaio del negozio di riparazioni Rolex è rimasto molto colpito da questa disavventura e alla fine sono diventato una specie di celebrità per il proprietario e il personale del negozio (più che altro per via della situazione esilarante)! Dopo un accurato intervento di pulizia, lubrificazione, regolazione e sostituzione del vetro, il GMT-Master ha ripreso a funzionare normalmente ed è tornato sul mio polso. Non ho fatto sostituire il quadrante, ma piano piano i punti luminosi sono tornati bianchi!

J.J. Adams, Commander, United States Navy Reserve, California.

Lettera datata 1954

Viaggio nel Sahara

Sono lieto di farle sapere che sono stato felicissimo del mio Rolex, che mi ha reso enormi servigi, nonostante sia stato messo a dura prova. Il nostro itinerario, infatti, non è stato accompagnato da condizioni atmosferiche favorevoli e abbiamo dovuto lottare, quasi in ogni momento, contro terribili tempeste di sabbia, con venti che hanno soffiato per giorni e giorni senza tregua.

Un altro orologio che avevo portato con me per avere un termine di paragone è stato messo fuori uso dopo cinque giorni.

Il Rolex ha resistito invece in modo ammirevole, nonostante non abbia avuto per lui alcun riguardo.

Aggiungo che l’orologio ha suscitato l’ammirazione, nel deserto, di ogni genere di persone.

Ciò che colpisce non è tanto la carica automatica, quanto l’impermeabilità assoluta di cui ho sempre dato volentieri dimostrazione.

H.-C. Golay

Lettera datata 1954

Traversata dell’Atlantico

Vorrei parlarvi degli orologi Rolex Explorer che abbiamo indossato durante la nostra doppia traversata dell’Atlantico a bordo del mio yacht Aries, quando abbiamo stabilito un nuovo record per la prima doppia traversata atlantica su una piccola imbarcazione a motore. Abbiamo fatto affidamento sugli orologi per ogni cosa; non solo per segnare i tempi, ma anche per la navigazione.

La loro capacità di segnare l’ora con accuratezza, permettendoci così di navigare con successo nelle condizioni più difficili, è stata ampiamente dimostrata.

C. Harcourt-Smith

#EveryRolexTellsAStory