Aggiornamento browser richiesto

Benvenuti al sito rolex.com. Per una navigazione ottimale, è necessario aggiornare il browser alla versione più recente.

Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.

Yuja Wang

Ogni Rolex ha una storia da raccontare

Yuja Wang è una pianista classica, nata a Pechino nel 1987. Fu incoraggiata ad avvicinarsi alla musica fin da bambina dai suoi genitori, una ballerina e un percussionista. All’età di 15 anni vinse il concorso dell’Aspen Music Festival nella sezione concertistica e, ancora studentessa presso il Curtis Institute di Filadelfia, iniziò a esibirsi a livello professionale riscuotendo il plauso della critica. Sua madre le ha trasmesso la sua grande considerazione per il tempo: è per questo che, quando le si presentò l’occasione, Yuja Wang non ebbe dubbi su quale fosse il regalo giusto da farle per ricambiare.

Every Rolex tells a Story — Yuja Wang

“Quando ero piccola, mia madre diceva sempre che la cosa più importante, la cosa più preziosa nella vita è il tempo, perché una volta andato, non torna mai indietro.”

Iniziai quando ero molto piccola, a sei anni, e sei mesi dopo mi ero già esibita su un palco. È difficile fermarsi, più ti eserciti ed esplori varie possibilità, più scopri, è un infinito processo di apprendimento, esplorazione e scoperta.

La musica è ciò che dà significato alla mia vita, ciò che in un certo senso mi permette di valutarla, in base alle idee creative che ho giorno dopo giorno. Quella dei solisti è una carriera solitaria, ecco perché porto sempre con me il mio orologio. Ricordo che lo indossavo la prima volta in cui fui scelta come solista per il Lucerne Festival. E anche quando ero artista in residenza presso il National Centre for the Performing Arts di Pechino, la mia città natale, Rolex c’era, così come in tutti i momenti importanti della mia carriera.

Ricordo ancora molto bene quando aprii l’astuccio, avevo 21 anni, era durante il Verbier Festival, in Svizzera, e vidi davanti a me quest’orologio di un blu profondo ed elegante. Non è solo l’orologio in sé ma quello che significa: la bellezza, l’eleganza, la passione, la precisione, la perfezione... sintetizza quello per cui mi impegno nella musica classica. Così come la vita, è sempre in movimento. Segna l’inarrestabile scorrere del tempo e mi ricorda quanto esso sia prezioso.

L’orologio Rolex di Yuja Wang

“Non è solo l’orologio in sé ma quello che significa: la bellezza, l’eleganza, la passione, la precisione, la perfezione... sintetizza quello per cui mi impegno nella musica classica.”

Quando ero piccola, mia madre diceva sempre che la cosa più importante, la cosa più preziosa nella vita è il tempo, perché una volta andato, non torna mai indietro. E questo non ha a che fare con la produttività, ma con la capacità di valorizzare i momenti. Credo sia per questo motivo che le ho regalato un orologio.

La musica eleva le persone e penso che Rolex per me rappresenti anche un obiettivo verso il quale tendere, un impulso a impegnarmi per dare sempre il meglio. Si può sempre puntare più in alto nella vita, nella musica, nell’arte, e in quello che possiamo ottenere.