Aggiornamento browser richiesto

Benvenuti al sito rolex.com. Per una navigazione ottimale, è necessario aggiornare il browser alla versione più recente.

Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.

Tim Henman

OGNI ROLEX HA UNA STORIA DA RACCONTARE

Numero uno nel Regno Unito nel 1996 e dal 1999 al 2005, Tim Henman è uno dei tennisti britannici di maggiore successo. Il suo ingresso nel mondo del tennis fu dei più precoci: ultimo di tre fratelli e discendente da una famiglia di illustri tennisti (il nonno, la nonna e la bisnonna avevano tutti partecipato al torneo di Wimbledon), iniziò a giocare prima di aver compiuto tre anni. Il successo giunse per lui nel 1995, quando vinse il suo primo match in un torneo del Grand Slam®, a Wimbledon; sugli stessi campi avrebbe vinto poi quattro semifinali. Il suo primo incontro con Wimbledon risaliva tuttavia a molto tempo addietro, a un giorno speciale che né lui né sua madre avrebbero mai dimenticato. Lo stesso giorno in cui scoprì Rolex.

Rolex e Tim Henman - Ogni Rolex ha una storia da raccontare
Scopri il legame tra Tim Henman e Rolex. Il tennista britannico e Testimonial Rolex racconta del significato speciale del suo primo orologio Rolex.

“Ogni volta che mettevo piede in campo, ripensavo a quel bambino di sei anni che ero stato e al suo sogno.”

Ricordo ogni dettaglio della prima volta in cui sono andato a Wimbledon, nel 1981. Potrei raccontarvi persino come ero vestito quel giorno. Era il lunedì di apertura del torneo, avevo sei anni e io e mia madre avevamo la fortuna di avere due biglietti per il Campo Centrale. Quando Björn Borg entrò in campo, per difendere un titolo che aveva già conquistato cinque volte, ne fui molto colpito. Soprattutto perché stava vincendo! Per un bambino è molto più divertente tifare per qualcuno che vince, quindi Björn Borg divenne senza dubbio il mio primo idolo. È a quel punto che presi l’unica decisione che ha guidato la mia carriera. Il mio sogno era giocare a Wimbledon.

Vengo da una famiglia di tennisti. Mia madre era una giocatrice junior, i miei nonni hanno giocato il doppio misto insieme a Wimbledon e anche la mia bisnonna ha giocato a Wimbledon all’inizio del 1900. La mia bisnonna fu la prima donna a servire dall’alto e mia nonna fu l’ultima donna a servire dal basso a Wimbledon.

“Non sono sicuro che i miei genitori credessero nel mio talento, ma volevano darmi un’opportunità, perché vedevano quanto per me fosse importante.”

L’orologio Rolex di Tim Henman


In famiglia ero il più piccolo, il più debole e il più lento, e ho dovuto imparare a competere per stare dietro agli altri. Non sono sicuro che i miei genitori credessero nel mio talento, ma volevano darmi un’opportunità, perché vedevano quanto per me fosse importante, quanto fosse forte la mia passione per questo sport. La mia famiglia è stata senz’altro un fattore determinante nella mia evoluzione come persona.

Quando finalmente ebbi la possibilità di giocare a Wimbledon, ero davvero emozionato. Non vedevo l’ora di arrivare, volevo divertirmi, ero preparato. Ogni volta che mettevo piede in campo, ripensavo a quel bambino di sei anni che ero stato e al suo sogno.

Quel giorno, nel 1981, vidi per la prima volta gli orologi Rolex sul Campo Centrale e chiesi a mia madre cosa fosse Rolex. Fu la prima volta in cui provai il desiderio e la speranza di possedere un giorno un Rolex. 32 anni dopo ho avuto finalmente il mio primo Rolex, lo stesso che indosso ora. Questo orologio vuol dire moltissimo per me ed è decisamente valsa la pena di aspettare.

“Quel giorno, nel 1981, vidi per la prima volta gli orologi Rolex sul Campo Centrale e chiesi a mia madre cosa fosse Rolex.”

Quando guardo il mio orologio, subito mi rivedo a sei anni, sulle tribune, con mia madre. Mia madre ha delle foto di quel giorno e credo che a casa abbiamo ancora i biglietti. Quando mi è stato chiesto se volevo raccontare la storia del mio orologio, ne ho parlato con mia madre e le ho domandato: “Ti ricordi?” E lei mi ha risposto: “Me ne ricordo come se fosse ieri”.

Scopri le loro storie

#EveryRolexTellsAStory