Aggiornamento browser richiesto

Benvenuti al sito rolex.com. Per una navigazione ottimale, è necessario aggiornare il browser alla versione più recente.

Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.

Rod Laver

Ogni Rolex ha una storia da raccontare

Il leggendario tennista australiano Rod Laver è ritenuto uno dei migliori giocatori di tutti i tempi. Numero uno in classifica dal 1964 al 1970, è stato testimone di un’epoca di grandi cambiamenti per il tennis, che con l’avvento dell’era Open è passato da sport amatoriale a sport professionistico. Famoso per la sua velocità, la sua agilità e la sua competitività, Laver ha conquistato più titoli di singolare di chiunque altro nella storia del tennis, fra cui 11 Major. Nel 1981 è entrato nell’International Tennis Hall of Fame, e lo stesso anno ha iniziato a indossare un orologio Rolex, che da allora incarna i suoi successi unici.

Rolex e Rod Laver - Ogni Rolex ha una storia da raccontare
Scopri il legame tra Rod Laver e Rolex. Il tennista australiano, Testimonial Rolex, racconta cosa ha significato per lui il suo primo orologio Rolex.

“Credo di aver dimostrato a parecchia gente che le cose belle succedono se sei pronto a darti da fare.”

Sto per compiere 80 anni e credo di aver avuto una vita straordinaria. Il tennis mi ha dato un’opportunità. Il mio talento naturale per questo sport è stato probabilmente la cosa più importante della mia vita. Ma ho dovuto lavorare sodo per diventare un tennista più bravo – e più bravo significa vincente. Credo che sia stata questa la mia motivazione: è la competizione che ti spinge a migliorare, ed è così che sono diventato più forte.


Amo il tennis. I miei genitori ci giocavano; due dei miei fratelli maggiori ci giocavano. L’opportunità è arrivata partecipando ai tornei juniores, quando sono diventato un po’ più bravo e ho avuto l’occasione di viaggiare, nel 1956. Sono partito per l’Europa, ho giocato in Francia e a Wimbledon, e poi ho partecipato agli US Open. Avevo molte opportunità e ho pensato: “Voglio essere un tennista”. Ed è così che ho iniziato.

“Poter vedere quanta strada ha fatto il tennis da allora mi riempie di meraviglia, sono successe cose incredibili dai tempi del tennis amatoriale.”

Per mia fortuna, tutto è andato per il verso giusto. E poi, per fortuna di chiunque giochi a tennis, è arrivata l’era Open! Penso che quello sia stato il cambiamento migliore per la storia del tennis. Io avevo già una bella esperienza alle spalle, e così quando è iniziato il tennis Open me la sono cavata piuttosto bene.


Poter vedere quanta strada ha fatto il tennis da allora mi riempie di meraviglia, sono successe cose incredibili dai tempi del tennis amatoriale. C’è voluto molto tempo per arrivare al tennis Open. Poi, se si va avanti veloce fino a oggi, si vede che ci sono dei veri campioni. Per il mondo del tennis, l’evoluzione dagli esordi a oggi è stata enorme.

L’orologio Rolex di Rod Laver

Ho avuto un ictus nel 1998. I dottori mi hanno detto: “Non giocherai mai più a tennis”. Era in assoluto la cosa migliore che potessero dirmi. Quando sono stato in grado di scendere dalla carrozzina e reggermi sulle mie gambe, ho pensato: “Il lato destro del mio corpo è paralizzato. Be’, ma io sono mancino... Lasciatemi tornare sul campo.” Sono riuscito a iniziare molto lentamente e ho passato due o tre mesi a colpire palline. Non potevo muovermi, ma potevo stare in piedi e colpire. Poi, finalmente, la mia gamba destra si è mossa, e quello è stato l’inizio del mio recupero. Non ero pronto a stare su una sedia a rotelle e sono saltato giù appena ho potuto.


Non è stato facile ritirarmi. Ma, avendo iniziato con il tennis amatoriale ed essendo passato prima per il professionismo e poi per il tennis Open, ho avuto una lunga carriera. Il tempo è tutto quando guardi i giocatori che stanno venendo su, più giovani, più veloci e più bravi. Probabilmente ho avuto una carriera più lunga di quella di molti, moltissimi campioni.

“Il Rolex che porto al polso è un completamento della mia carriera.”

Credo di aver dimostrato a parecchia gente che le cose belle succedono se sei pronto a darti da fare. Credo di avere avuto una vita fortunata. E credo che aver vinto un mucchio di tornei e aver gareggiato sotto pressione in tutti i Grand Slam mi abbia portato ad avere un Rolex. Ho avuto una splendida carriera, ho raggiunto i vertici del tennis e regalarmi un Rolex è stato un modo di coronare tutto questo. Probabilmente è il migliore acquisto che io abbia mai fatto!

Nel 1981 ero in Australia, a un incontro della Hall of Fame. E, tornando in California, ho deciso di fare tappa a Hong Kong. Mentre ero lì, ho visto una boutique Rolex e mi è venuta l’idea di comprarmi un orologio: “Credo di meritarmi un Rolex”. Indosso quest’orologio dal 1981. I ricordi che lo accompagnano mi fanno ripensare a molti eventi: la nascita di mio figlio nel 1969, il fatto di aver potuto viaggiare a mio nome e a nome di Rolex in tutto il mondo.


Il Rolex che porto al polso è un completamento della mia carriera. Racchiude tutto quello che volevo e che sono riuscito ad ottenere.