Aggiornamento browser richiesto

Benvenuti al sito rolex.com. Per una navigazione ottimale, è necessario aggiornare il browser alla versione più recente.

Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.

Michael Bublé

OGNI ROLEX HA UNA STORIA
DA RACCONTARE

Michael Bublé è cresciuto sognando di diventare un cantante famoso. Prima di riuscire a vendere 50 milioni di copie in tutto il mondo, vincere quattro Grammy e arrivare in vetta alla classifica Billboard 200 con quattro album consecutivi, Bublé ha lottato e lavorato sodo per dieci anni per realizzare il suo sogno. Dopo innumerevoli serate passate a cantare davanti ai suoi amici e alla sua famiglia o poco più, per Bublé arrivò il momento della svolta. A seguito del successo del suo primo album, la sua casa discografica gli regalò un orologio Rolex: da allora per lui quell’orologio rappresenta il duro lavoro e la dedizione che lo hanno portato a realizzare il suo sogno.

Rolex e Michael Bublé - Ogni Rolex ha una storia da raccontare
Scopri il legame tra Michael Bublé e Rolex. Questo cantante e Testimonial Rolex racconta la propria esperienza personale e il piacere di indossare il suo Rolex Daytona.

“La misura del duro lavoro, della dedizione, della fortuna, ma anche una combinazione della fiducia che per anni e anni alcune persone hanno avuto in me e del fatto che io non mi sono mai dato per vinto: ecco cosa vedo.”

La musica è stata parte integrante del mio essere e della mia anima da quando ho coscienza. Ho cominciato a dedicare la mia vita ad essa senza averlo deciso consapevolmente. Ma mi ci è voluto molto tempo per arrivare dove sono oggi.

Un grande scrittore canadese, Malcolm Gladwell, sostiene che occorrano 10.000 ore di lavoro per eccellere in qualcosa: ha ragione. Se vuoi davvero fare tua una disciplina e diventare veramente bravo, devi dedicarci tempo. E devi anche lasciarti la libertà di sbagliare. Più strada facevo e più mi allontanavo dalla mia zona di comfort, più crescevo e più imparavo a conoscermi.

“Se vuoi davvero fare tua una disciplina e diventare veramente bravo, devi dedicarci tempo.”

La mia famiglia e i miei amici mi hanno aiutato molto in quegli anni di lavoro e aspirazioni. Durante tantissime serate se non fossero venuti loro non ci sarebbe stato nessuno a sentirmi. E intendo proprio nessuno. Dopo un decennio in cui ho fatto sacrifici, cercato la mia strada e sperato che qualcuno mi desse un’opportunità, finalmente la Warner Bros. Records mi ha scritturato, e uno dei primi regali che mi ha fatto quando il mio album di debutto ha avuto successo è stato un Rolex. Io l’ho dato a mio padre come ringraziamento per il suo sostegno, e credo che abbia significato molto per lui. Mia mamma diceva scherzando che, quando si faceva la doccia, teneva sempre il braccio fuori per essere sicuro di non rovinare l’orologio – anche se era impermeabile.

Non sono mai stato un materialista e vengo da una famiglia della classe operaia, abituata a lavorare sodo. Diventare Testimonial Rolex 10 anni fa è stata la prova di dove ero arrivato e di quanto ero stato bravo. Non ho mai tolto il mio orologio, e oggi lo indosso sotto la doccia tenendo il braccio fuori, proprio come mio padre.

“Diventare Testimonial Rolex 10 anni fa è stata la prova di dove ero arrivato e di quanto ero stato bravo.”

I momenti speciali che mi uniscono a Rolex sono momenti in cui ho condiviso il mio amore per il Marchio con le persone a cui tengo di più. Ho suonato con la mia band per buona parte della mia vita e, quando ha raggiunto il traguardo dei 10 anni, ho regalato un Rolex a ciascuno dei membri. Ora siamo una specie di gang Rolex. Un’altra persona a cui ne ho fatto dono è un dottore che ha salvato la vita di mio nonno. Quando si è trattato di dimostrargli cosa aveva significato per me, non sono riuscito a pensare a nessun altro oggetto tangibile che potesse indossare per ricordarsi ogni giorno che mi aveva cambiato la vita.

Quando guardo il mio orologio oggi, direi che vedo la misura del mio successo. La misura del duro lavoro, della dedizione, della fortuna, ma anche una combinazione della fiducia che per anni e anni alcune persone hanno avuto in me e del fatto che io non mi sono mai dato per vinto: ecco cosa vedo. Vedo il figlio di generazioni di pescatori che non avrebbero mai creduto di poter possedere un oggetto del genere in vita loro. Poter avere un oggetto da tenere in mano sapendo di averlo grazie a tutto ciò che hai fatto è una sensazione meravigliosa, davvero. È un esempio concreto di quello che può succedere se non molli mai, lavori sodo e non accetti mai, per nessuna ragione, la parola “no”.

Scopri le loro storie

#EveryRolexTellsAStory