Aggiornamento browser richiesto

Benvenuti al sito rolex.com. Per una navigazione ottimale, è necessario aggiornare il browser alla versione più recente.

Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.

Jack Nicklaus

OGNI ROLEX HA UNA STORIA DA RACCONTARE

Il golfista professionista statunitense Jack Nicklaus è considerato uno dei più grandi golfisti di tutti i tempi. Nel corso della sua carriera si è aggiudicato il numero record di 18 Major e con la vittoria al Masters nel 1966 è diventato il primo giocatore a vincere questo torneo per due anni consecutivi, un’impresa che gli è valsa l’ingresso nell’élite di questo sport. Uno dei “Big Three”, i tre grandi del golf, insieme ad Arnold Palmer e Gary Player, Jack Nicklaus indossa ancora oggi un Rolex Day‑Date, a più di cinquant’anni dalla prima volta che se lo allacciò al polso. Il suo orologio è ormai il testimone insostituibile di una carriera che ha cambiato per sempre il volto del golf.

Every Rolex Tells a Story - Jack Nicklaus

“Credo che la mia ammirazione e il mio rispetto per Arnold e Gary abbiano avuto un ruolo importante nella mia carriera. Erano miei coetanei, ma anche dei modelli da cui prendevo esempio.”

Il golf è uno sport individuale in cui tu soltanto sei responsabile di quello che fai. Non è uno sport di squadra. È uno sport in cui, qualunque cosa tu faccia, solo i tuoi sforzi daranno un risultato, te la devi cavare da solo. Devi mettere in campo le tue migliori abilità, con integrità e spirito sportivo.

Nel 1966 ero sposato con tre figli, avevo vinto il Grand Slam del golf e mi sembrava di essere in cima al mondo. Arnold Palmer, Gary Player e io dominavamo il golf all’epoca, al punto che diventammo noti come “The Big Three”. A noi non interessavano le classifiche, non faceva davvero nessuna differenza: volevamo semplicemente vincere. Ognuno di noi voleva essere “The Big One” ed è per questo che la competizione tra noi era così forte. Ma credo che insieme fossimo più forti che da soli. Partecipavamo ai tornei insieme, cenavamo insieme, facevamo festa insieme, viaggiavamo insieme; insomma, eravamo grandi amici. Se uno aveva un problema, gli altri due erano lì per lui. Ci sostenevamo a vicenda. Credo che la mia ammirazione e il mio rispetto per Arnold e Gary abbiano avuto un ruolo importante nella mia carriera. Erano miei coetanei, ma anche dei modelli da cui prendevo esempio. Sono convinto che i “Big Three” abbiano migliorato il gioco del golf.

L’orologio Rolex di Jack Nicklaus

Quell’anno ci recammo a Tokyo per la Canada Cup. Io, Arnold e Gary andammo a un cocktail party organizzato da Rolex e come ringraziamento Rolex mi chiese di scegliere un orologio. Scelsi questo Day-Date in oro, perché Gary Player, che era con Rolex all’epoca, mi disse che era il migliore. Da allora l’ho portato praticamente ovunque. È stato testimone di tutti i tornei che ho vinto, di tutte le onorificenze che ho ricevuto in giro per il mondo, ha visto posti incredibili. Non avevo mai avuto un orologio prima di questo. Ho altri orologi ora, ne ho avuti tanti, ma questo è l’unico che indosso.

“È stato testimone di tutti i tornei che ho vinto, di tutte le onorificenze che ho ricevuto in giro per il mondo, ha visto posti incredibili.”

Quest’orologio ha visto passare molto tempo e ha visto molto di me, molto di quello che Jack Nicklaus ha fatto nel corso della sua carriera, e ci sono collezionisti a cui piacerebbe avere un pezzo di questa storia. Probabilmente lo metteremo all’asta l’anno prossimo. In quel caso, spero che riusciremo a costruirci una bella storia intorno. Dovrebbe andare in beneficenza. Vogliamo che il ricavato vada alla Nicklaus Children’s Healthcare Foundation, per poter fare del bene a migliaia di bambini e regalare loro un sorriso.

“Penso che quest’orologio abbia visto tutto quello che un orologio portato da una sola persona può arrivare a vedere. È un vecchio amico, un vecchio amico molto felice.”

Penso che la longevità sia un obiettivo che tutti vogliamo raggiungere. Vogliamo che la nostra vita sia coerente. Porto quest’orologio da 51 anni, sono sposato da 58 anni e abitiamo nella stessa casa da 48 anni. Non sono uno a cui piacciono i grandi cambiamenti, preferisco la coerenza. Penso che quest’orologio abbia visto tutto quello che un orologio portato da una sola persona può arrivare a vedere. È un vecchio amico, un vecchio amico molto felice.