Aggiornamento browser richiesto

Benvenuti al sito rolex.com. Per una navigazione ottimale, è necessario aggiornare il browser alla versione più recente.

Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.
L’orologio Rolex di James Cameron

Cameron

James

Maestro nella propria arte

James Cameron è un celebre regista ed esploratore. Ha diretto, scritto e prodotto alcuni dei film più memorabili degli ultimi trent’anni: Terminator (1984), Aliens - Scontro finale (1986), The Abyss (1989), Terminator 2 - Il giorno del giudizio (1991), True Lies (1994), Titanic (1997) e Avatar (2009).

I suoi film, che si distinguono per gli effetti speciali all’avanguardia, hanno battuto numerosi record tanto in patria quanto all’estero – Avatar vanta il maggior incasso al botteghino nella storia del cinema, record precedentemente detenuto da Titanic per 12 anni – e hanno ricevuto numerosi premi e nomination. Titanic, candidato a 14 premi Oscar, ne ha vinti 11 (due cifre da record), tra cui tre per Cameron: miglior film, miglior regia e miglior montaggio.

La realizzazione di Avatar ha richiesto più di due anni per lo sviluppo di nuove tecnologie, quali la performance capture per catturare le espressioni facciali degli attori, una cinepresa virtuale in tempo reale per la produzione in computer grafica e il sistema SIMULCAM, che permette di tracciare e inserire in tempo reale i personaggi virtuali nelle scene girate dal vivo. Queste tecnologie sono state utilizzate in combinazione con la fotografia stereoscopica per creare un film ibrido tra computer grafica e live action. Cameron è oggi nella fase di produzione di Avatar 2, 3, 4 e 5.

rolex_and_cinema_2018_james-cameron_0001.mp4

Appassionato subacqueo sin dal 1969, Cameron ha trascorso oltre 3.000 ore sott’acqua, di cui 500 con un casco da immersione. Dalle sue due grandi passioni – le immersioni e la regia – nasce The Abyss, film da lui scritto, prodotto e diretto, estremamente innovativo nell’ambito della cinematografia e dell’illuminazione subacquee. La sua attrazione per le profondità marine lo ha portato infine ad interessarsi al più celebre dei relitti: il Titanic. Nel 1995, Cameron ha effettuato 12 immersioni con il suo team a bordo di un sommergibile, per visitare il Titanic e preparare il suo lungometraggio omonimo. Per l’occasione, il regista ha messo a punto attrezzature cinematografiche e robotiche e dispositivi di illuminazione all’avanguardia, adatti a essere utilizzati nella pressione estrema delle profondità oceaniche. Il successo tecnico di queste spedizioni ha alimentato il suo desiderio di rendere accessibile l’esperienza dell’esplorazione degli abissi al pubblico di tutto il mondo, mediante la realizzazione di documentari sull’esplorazione e la salvaguardia degli oceani.

James Cameron e il cinema

“Noi quattro abbiamo stili molto diversi e ci interessano soggetti molto diversi, ma ci accomuna l’aspirazione a eccellere, partendo da una prospettiva del mondo unica e visionaria.”

L’orologio di James Cameron

Cameron, che indossa un orologio Rolex da diversi decenni, ha inserito gli orologi del Marchio anche nei suoi film (durante le riprese di Titanic ha messo al polso di Bill Paxton un Submariner). “I grandi film si riconoscono dai dettagli. Non da certi dettagli. Da tutti i dettagli: ogni personaggio, ogni oggetto di scena ed ogni sequenza”, ha dichiarato Cameron. “Un Rolex non è solo un bell’orologio e un capolavoro di ingegneria, è estremamente robusto. È un orologio che puoi portare in qualunque ambiente e che è in grado di resistere alla pressione. Quindi quello che stai dicendo al pubblico in modo subliminale è: anche questo personaggio è in grado di resistere alla pressione; ha ciò che occorre per farlo.”

Cameron ha commentato così l’esperienza di partecipare al film Rolex di quest’anno insieme agli altri registi: “Noi quattro abbiamo stili molto diversi e ci interessano soggetti molto diversi, ma ci accomuna l’aspirazione a eccellere, partendo da una prospettiva del mondo unica e visionaria.” Sono questo approccio e questa prospettiva visionari ad aver permesso alle opere di Cameron di superare la prova del tempo.

“Come narratori, dobbiamo continuare a spingerci oltre i limiti, cercare di fare l’impossibile: nessuno passa alla storia per essere andato sul sicuro.”

James Cameron