Rolex Deepsea Challenge - Rolex e l'esplorazione
Rolex ha preso parte alla storica spedizione Deepsea Challenge condotta dal regista ed esploratore James Cameron. Per sapere di più sull'esplorazione visita il Sito Ufficiale Rolex.

Il luogo più profondo dell'oceano

Rolex Deepsea Challenge

Fedele alla sua passione per le esplorazioni sottomarine, Rolex ha preso parte alla storica spedizione DEEPSEA CHALLENGE condotta dal regista ed esploratore James Cameron (il regista di Titanic e Avatar) in partenariato con la National Geographic Society. Il 26 marzo 2012 il sommergibile DEEPSEA CHALLENGER si è immerso a una profondità di 10.908 metri per raggiungere il Challenger Deep, il punto più profondo dell'intero fondale oceanico. Sul braccio manipolatore del sommergibile era fissato un orologio subacqueo sperimentale: il ROLEX DEEPSEA CHALLENGE. Sottoposto a una pressione estrema, l'orologio ha funzionato perfettamente durante tutta l'immersione, riconfermando la leadership di Rolex in fatto di impermeabilità.

La realizzazione del Rolex Deepsea Challenge

La realizzazione
del Rolex Deepsea Challenge

La storia

La storia della creazione di questo orologio subacqueo sperimentale inizia e finisce nel quartier generale di Rolex, in Svizzera, dove il know‑how dei maestri orologiai e l'expertise di un team altamente specializzato hanno dato un'ulteriore prova delle capacità pionieristiche della Casa.

Una sfida ingegneristica

53 giorni all'immersione

Partendo dal diametro del movimento e del quadrante del ROLEX DEEPSEA, gli ingegneri Rolex hanno calcolato e testato le dimensioni tecniche necessarie affinché l'orologio potesse resistere a una pressione di 1.500 bar. A una profondità di 15.000 metri, la pressione esercitata sul vetro è di 17 tonnellate e quella esercitata sul fondello di quasi 23: praticamente l’equivalente di 10 SUV impilati sull’orologio.

Un orologio chiamato Rolex Deepsea Challenge

Un orologio chiamato Rolex Deepsea Challenge

43 giorni all'immersione

Una volta lanciato il progetto, bisognava dare un nome al segnatempo. La scelta è stata ovvia. L'orologio ha preso il nome di ROLEX DEEPSEA CHALLENGE, in omaggio ai tre elementi che ne hanno ispirato la nascita: il progetto di James Cameron, il modello Deep Sea Special del 1960, che accompagnò il Trieste nella sua storica immersione, e il ROLEX DEEPSEA del 2008, predecessore del ROLEX DEEPSEA CHALLENGE dal punto di vista concettuale, tecnico ed estetico.

L'importanza
delle dimensioni

24 giorni all'immersione

L'importanza delle dimensioni

Sotto pressione

21 giorni all'immersione

Gli orologiai Rolex sono abituati a lavorare su progetti speciali altamente confidenziali. Ma, per due di loro, l'ultima missione è stata veramente eccezionale. Avevano il compito di posizionare i movimenti nelle casse sovradimensionate dei cinque ROLEX DEEPSEA CHALLENGE prodotti, sigillare i fondelli e sottoporre poi gli orologi ai test cronometrici e funzionali che rappresentano una tappa obbligata per tutti i modelli Rolex. Altra grandissima responsabilità, poiché i verificatori sono l'ultimo anello della catena e l'intero progetto dipende dalla qualità del loro lavoro.

Missione compiuta

Ore 7:46

Rolex Deepsea Challenge

Rolex Deepsea Challenge

Caratteristiche tecniche

ROLEX DEEPSEA QUADRANTE D-BLUE

ROLEX DEEPSEA QUADRANTE D-BLUE

Oyster Perpetual

Per celebrare la storica immersione in solitaria di James Cameron. Il viaggio di un uomo verso il luogo più profondo della terra: il fondo della Fossa delle Marianne.