I QUADRANTI

I mille volti dell'orologio

Il quadrante conferisce a ogni orologio una propria identità. Serve inoltre a visualizzarne le funzionalità - ore, minuti, secondi, data e altri indicatori. Interfaccia tra il movimento meccanico di un orologio e colui che lo indossa, il quadrante deve fornire in modo efficace, seppur in uno spazio circoscritto, tutte le informazioni fornite dalle lancette e dalle diverse finestre, senza venir meno ai criteri imprescindibili di leggibilità e gradevolezza estetica.

La creazione di un quadrante rappresenta una vera e propria arte, o meglio la somma di una serie di abilità che richiedono perizia artistica e strumenti tecnologici di ultima generazione. Sono pochissime le case di orologeria che, come Rolex, curano in interno tutti gli aspetti della creazione dei quadranti, dalla fase di ideazione fino alla produzione.

MADREPERLA

MADREPERLA

Un caleidoscopo sublime

La madreperla è per sua stessa natura ricca di mistero. A seconda della sua origine, può essere rosa, bianca, nera o gialla, mentre l'intensità del colore e la struttura possono variare in base alla parte della conchiglia da cui viene estratta. A seconda della luce, può ricordare un cielo tempestoso, la luminosità della luna o i riflessi iridescenti dell'acqua.

La madreperla usata da Rolex non è mai colorata artificialmente; al contrario, un'abile lavorazione permette di valorizzare la sua naturale bellezza mantenendo le sfumature originali. Tutti i quadranti in madreperla sono pezzi unici, così come gli orologi che andranno a impreziosire.

Nei riflessi della madreperla, alcuni rintracceranno un cielo burrascoso in procinto di essere spaccato in due dalla forza di un fulmine, altri invece una costellazione fantastica di sbuffi sinuosi di nuvole.

Quadrante Rolex
qua • dràn • te
  1. Il volto degli orologi Rolex, l'elemento che più di ogni altro ne determina l'identità e la leggibilità.
  2. Caratterizzato da indici in oro 18 ct. sempre brillanti.
  3. Migliaia di varianti diverse ed esclusive di colori, materiali e motivi.
  4. Ideato e realizzato principal­mente a mano da Rolex, garanzia di perfezione.
  5. Espressione più visibile dell'assoluta dedizione all'arte orologiera tipica del nostro stile.
  6. Lo stile Rolex.

APPLICAZIONI

L'espressività di un volto

Corona Rolex alle ore 12, numeri arabi o romani, indicatori classici o Professionali dalle forme geometriche o impreziositi da gemme. Se il quadrante è il volto di un orologio, le applicazioni sono i tratti che danno fascino e spessore alla sua personalità.

L'ORA AL TEMPO DEI ROMANI

Lo sapevi?

Il carattere di un orologio dipende in gran parte dai molteplici dettagli che ne compongono il quadrante: il colore, le pietre preziose, gli indicatori, i numeri arabi o romani. Tutti dettagli ben noti. Quanti però conoscono la storia dei numeri romani dei quadranti Rolex?

Il numero IIII, e non già il IV, è stato ribattezzato "il quattro dell'orologiaio", sebbene non sia ancora stato scoperto con assoluta certezza il perché. Una cosa però è sicura: non si tratta di una convenzione recente. La notazione IIII era già in uso presso gli antichi Egizi, i Greci e successivamente gli Etruschi, da cui i Romani ne derivarono l'uso.

Occorrerà aspettare fino al tardo Medio Evo perché si diffonda la variante alternativa e, quando vennero realizzati i primi orologi meccanici tra il XIII e il XIV secolo, la notazione antica era ancora ampiamente usata. Molti ritengono che la si utilizzi tuttora in virtù dell'equilibrio straordinario che conferisce al quadrante. Dopo tutto, perché lasciare che la modernità interferisca con la perfezione?